Seleziona una pagina

Rip. Il sito è morto?

Sì. Ma solo se hai una piccolo-media impresa e, soprattutto, pochi capitali da investire. Insomma se la coperta è corta e devi decidere dove posizionarla, cosa prediligere e a cosa rinunciare. In caso tu debba fare scelte del genere, prova a uscire dalle logiche standard.

Ad esempio: ripensa alla tua pagina social, guardala con occhi diversi. Non ti sembra possa assumere la stessa funzione del sito?

Le persone che vuoi contattare sono lì e tu non devi far altro che conoscerle e creare delle interazioni con loro. Puoi utilizzare Instagram o  Facebook proprio come un portale web. Quante persone visitano i tuoi canali? Quanti fan o follower hai? Con quanti di questi follower puoi dialogare o stabilire un rapporto?

Monetizzando il tutto: se puoi investire 5/6mila euro, al posto che creare un sito che pochi guarderanno costruisci un buon piano editoriale da applicare ai tuoi canali social per renderli accattivanti e interattivi.

L’altro lato della medaglia: Facebook non è onnipotente

Per molti Facebook cambia la vita. Dall’oggi al domani può davvero fare la differenza, come una sorta di panacea di tutti i mali. Ni.

Porta traffico alle tue azioni, vero, ma il nodo da sciogliere è a monte. Riguarda la strategia, non solo il traffico che, in realtà, è proprio l’ultimo dei tuoi problemi. Prima devi stabilire una progettualità, capire cosa fare e come gestire i contatti e dove far arrivare questi contatti. Gli obiettivi. Alla base di tutto deve esserci la ferma convinzione che la tua impresa è una macchina in cui mettere benzina, sempre.

Senza un progetto chiaro o un piano marketing ben congeniato e impostato, ti attende un futuro tutt’altro che roseo.

Cosa fare adesso? la risposta è facile Entra subito nel Gruppo Privato “Vendere con Testa” e vedrai come muoverti nel complesso mondo del Marketing Online ENTRA ORA CLICCA QUI’

ultima modifica: 2019-01-10T15:28:00+00:00 da Matteo Barberi

Pin It on Pinterest

Shares
Share This